Mar09172019

Last update06:35:58 PM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario IL PRESIDENTE DI MARIA APPROVA O.D.G. DELL'UPI: RESTITUIRE AI CITTADINI IL DIRITTO DI VOTO PER LE PROVINCE

IL PRESIDENTE DI MARIA APPROVA O.D.G. DELL'UPI: RESTITUIRE AI CITTADINI IL DIRITTO DI VOTO PER LE PROVINCE

Comunicato Stampa n. 504 del 20 agosto 2019
Antonio Di Maria, Presidente della Provincia di Benevento, ha approvato e fatto proprio l’Ordine del giorno dell’Unione delle Province d’Italia finalizzato alla revisione completa della Legge Delrio e a restituire ai cittadini il diritto di voto per la scelta degli Organi dell’Ente.
L’Ordine del giorno, trasmesso ai Sindaci del Sannio affinché lo sottoscrivano, sarà successivamente inviato, a cura della Provincia di Benevento e a sostegno all’azione dell’UPI, alle massime Autorità del Paese, ai rappresentanti dei partiti e movimenti politici, delle forze politiche e sociali, ad ANCI e Conferenza delle Regioni, e quale atto da discutere in sede di lavori del Tavolo per la revisione della Riforma presso il Ministero dell’Interno.
L’Ordine del giorno dell’Upi per la revisione della riforma delle Province, nato a seguito del Messaggio del Presidente della repubblica Sergio Mattarella alla XXXIV Assemblea Generale dell’Upi, recepisce e fa propria la sottolineatura del Capo dello Stato circa il permanere dell’esigenza di presidiare le funzioni di delicata ed impegnativa rilevanza per la vita dei territori quali l’edilizia scolastica e la viabilità.
L’Ordine del giorno è finalizzato a chiedere:
ü  al Governo di: a) considerare le Province quali istituzioni costitutive della Repubblica, con un ruolo e attribuzioni peculiari nel sistema Paese; b) proseguire senza indugi e con determinazione nel percorso di revisione della Legge 56/14 sia rispetto alle funzioni fondamentali che rispetto alla “governante”, poiché presentano limiti che hanno causato instabilità e incertezze a danno esclusivo delle comunità e dei territori; c) porre fine alla situazione di incertezza finanziaria di questi enti - ormai unanimemente acclarata - con misure strutturali e programmatiche e al di fuori di interventi tampone fin qui adottati, restituendo alle Province piena agibilità e autonomia, così da potere permettere l’erogazione dei servizi essenziali loro affidati dalla Costituzione e dalle leggi; d) considerare le Province quali enti strategici per il rilancio dello sviluppo del territorio, sia permettendo la messa in campo di investimenti nelle opere pubbliche e nel patrimonio in gestione, sia come strutture a sostegno degli enti locali del territorio.
ü  1.2) al Parlamento di: a) di avviare immediatamente un dibattito costruttivo sul futuro delle Province, rifiutando qualunque implicazione di tipo propagandistico, nel pieno rispetto delle istituzioni; b) di assicurare nella prossima Legge di Bilancio interventi tali da garantire ai territori e alle comunità risorse per i servizi essenziali assegnati alle Province, nel rispetto dei diritti dei cittadini.

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube