Ven05262017

Last update04:30:36 PM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario Riprendono le immissioni di fauna selvatica su gran parte del territorio provinciale.

Riprendono le immissioni di fauna selvatica su gran parte del territorio provinciale.

Comunicato Stampa n. 4287 del 19 luglio 2013
Riprendono, dopo una interruzione di circa due anni, le immissioni di fauna selvatica su gran parte del territorio provinciale. Lo comunica il dott. Raffaele Bianco, dirigente del Settore Pianificazione Territoriale, Attività Produttive e Politiche Agricolo-Forestali della Provincia di Benevento.
Le operazioni avranno inizio il giorno 23 luglio e termineranno il 31 luglio.

Il piano di ripopolamento, definito ed messo in atto con la collaborazione di tutte le associazioni venatorie provinciali, prevede la introduzione di selvaggina appartenente alle specie fagiani e starne che ovviamente, sarà sottoposta al controllo e alle visite di rito da parte del competente Servizio Veterinario della ASL di Benevento.

Tutte le fasi operative saranno dirette dal dott. Antonio Castellucci, Responsabile del Servizio Forestazione Caccia e Pesca della Provincia, con il contributo amministrativo del sig. Nicola Morelli, Responsabile dell’Unità Operativa. Caccia. Sono, inoltre, stati informati sullo svolgimento delle suddette attività sia il Corpo Forestale dello Stato che la stessa Polizia Provinciale, in modo da poter eventualmente fornire, come peraltro di consuetudine, l'apporto dei propri agenti di vigilanza.

La prima fase di ripopolamento riguarderà l’immissione di quasi 4.000 capi di fagiani ed interesserà due macro aree, particolarmente vocate per tale tipo di fauna, individuate nella fascia pedemontana del Taburno e nel distretto delle Colline beneventane. Successivamente, a partire dal giorno 29 c.m., si procederà alla immissione di 2.750 capi di starne che andranno ad insediarsi nel territorio appartenente alle aree montane dell’Alto Tammaro e del Fortore.

In tali zone, sia in passato sia più recentemente, sono state avvistate e segnalate un cospicuo numero di brigate di starne, ragion per cui si è ritenuto opportuno sfruttare questi ambiti. Lo scopo preminente è quello di conseguire un’efficace reintroduzione della specie ed ottenere esiti più apprezzabili dal punto di vista prettamente venatorio in vista dell’apertura della prossima stagione di caccia.

Per ogni altra ulteriore informazione potrà essere contattato il competente Servizio del Settore, tel. n. 0824/774802 - 0824/774837, sito in via Cocchia n. 32.

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube