Gio03232017

Last update01:09:30 PM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario Votate il progetto della Rete di Cultura Popolare

Votate il progetto della Rete di Cultura Popolare

Comunicato Stampa n. 4435 del 17 gennaio 2014

La Rete di Cultura Popolare, a cui aderisce anche la Provincia di Benevento, sta partecipando al Bando “cheFare2. Premio per la cultura, 100.000 euro” promosso dall’Associazione culturale “Doppiozero” e co-prodotto in partnership con diversi soggetti.
Il Bando è uno strumento di ricerca sui nuovi modi di fare cultura oggi in Italia. È uno spazio che permette ad associazioni e imprese profit e non profit di sviluppare il proprio fare, dando vita a collaborazioni diffuse e attivando network territoriali. “chetare” è una piattaforma che premia l’impatto sociale, segnalando e raccontando i progetti culturali ad alto grado di innovazione.
Partecipare a questa iniziativa offre l’opportunità di presentare a livello nazionale la propria realtà. Favorisce la visibilità delle organizzazioni che lavorano nella cultura e la diffusione delle loro idee, fornendo strumenti innovativi per raccontare la propria storia. La trasparenza di ogni fase del concorso è garantita e verrà documentata sul sito e sui principali social network. Il primo progetto selezionato si aggiudica un premio di 100.000 euro.
La Rete di Cultura Popolare ha presentato il progetto Or@le> culture popolari” che vuole essere il primo social network delle culture popolari. È online nella sua versione base a partire dal 13 dicembre 2013 con l’obiettivo di creare un nuovo calendario rituale nazionale. Si tratta di un luogo digitale in cui caricare materiali, testi, video e audio che raccontino feste, riti, tradizioni, giochi e modi di lavorare, cibo e artigianato, ma anche analizzare le nuove ritualità urbane. La piattaforma nasce dalla donazione che il Professore Tullio De Mauro, illustre linguista già Ministro dell’Istruzione, ha fatto alla Rete Italiana di Cultura Popolare: il suo fondo personale di linguistica, dialettologia e culture locali.
Da una parte l’obiettivo è quello di costruire una mappatura delle culture locali con il coinvolgimento delle comunità, degli enti e del terzo settore impegnato a valorizzare le proprie risorse culturali. Dall’altra l’archivio permette di far nascere relazioni e percorsi di condivisione fra i molteplici saperi locali in un’ottica di sistema: questo attiverà collaborazioni reali, facendo diventare l’archivio un luogo concreto dove poter progettare azioni comuni. È previsto l’ampliamento della mappa geolocalizzata e lo sviluppo di un’app dedicata.
Per votare la proposta della Rete di Cultura Popolare è sufficiente collegarsi al sito
www.che-fare.com e scegliere il progetto n.26.

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube