Ven08182017

Last update02:00:17 PM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario Alla Rocca mostra su Madre Teresa di Calcutta

Alla Rocca mostra su Madre Teresa di Calcutta

Comunicato Stampa n. 4479 del 24 marzo 2014

Il Commissario straordinario della Provincia Aniello Cimitile, il Vicario dell’Arcidiocesi di Benevento don Pompilio Cristino, il Presidente della Associazione La Conchiglia e il giornalista Pellegrino Giornale hanno presentato alla Rocca dei Rettori la Mostra “Mater et Magistra. Madre Teresa di Calcutta: vita, spiritualità, messaggio” che aprirà il 30 marzo prossimo alle 18.00 nelle Sale espositive dello stesso monumento per chiudere i battenti il 4 maggio 2014.
L’Associazione culturale “la Conchiglia” di Benevento, dopo le positive esperienze degli scorsi anni con le mostre sulla Sacra Sindone, Giovanni Paolo II, San Pio da Pietrelcina e l’Anno della Fede, ha programmato, dunque, un nuovo evento con un percorso interdisciplinare dedicata a Madre Teresa di Calcutta.
La Mostra, che sarà inaugurata dall'Arcivescovo metropolita e dal Commissario straordinario della Provincia, è patrocinata dalla Arcidiocesi, dalla Provincia, dal Comune, dalla Camera di Commercio, dall'Ept di Benevento, dall'Università telematica “Giustino Fortunato” e della Fondazione “Mother Teresa”.
Anjëzë Gonxhe Bojaxhiu nata a Skopje, in Albania, il giorno 26 agosto 1910, divenuta Madre Teresa di Calcutta e morta in India il 5 settembre 1997, fondò la Congregazione religiosa delle Missionarie della Carità. Il suo lavoro tra le vittime della povertà di Calcutta l'ha resa una delle persone più famose al mondo. Ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 1979 e il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da Papa Giovanni Paolo II.
Benevento ospiterà la Mostra Ufficiale preparata dalla Congregazione delle Suore Missionarie della Carità che ripercorre la vita, il messaggio e la testimonianza della Madre con l’esposizione di oggetti appartenuti personalmente alla Madre. Per raccontare quella vita straordinaria la Mostra consta di 85 pannelli e 120 gigantografie. La mostra si sviluppa su due percorsi paralleli, uno fotografico e l'altro testuale, ed è suddivisa in alcune Sezioni.
La prima parte propone, brevemente, gli anni dell'infanzia, la vita famigliare, la crescita e l'educazione della piccola Gonxha, in seguito Madre Teresa.
La seconda parte descrive la sua vocazione: l'ingresso tra le Suore di Loreto ed i compiti svolti nell'Ordine in Irlanda prima, in India poi.
Quindi si passa al momento dell'ispirazione e quelli che hanno preceduto il grande
passo che ha visto nascere le Missionarie della Carità.
La quarta parte documenta l'Inizio della missione delle Missionarie della Carità: le prime
adepte, le prime difficoltà, i ritmi della missione quotidiana delle suore, la preghiera, i poveri, Gesù nell'Eucarestia.
La quinta riguarda il periodo che Madre Teresa chiama "le tenebre", durante il quale comincia a provare un'intensa sofferenza interiore, e orribili pensieri contrari alla Fede, alla Speranza e alla Carità, percorrono la Sua mente. E' il momento in cui Madre Teresa si avvicina ai più poveri vivendo insieme a loro l'esclusione, il rifiuto, l'impotenza e l'abbandono.
Un altro step descrive lo sviluppo delle attività, il nascere dei diversi servizi, le vocazioni, l'apertura di tante case in tutta l'India; la settima i cinque rami dell'Ordine: le sorelle attive e le contemplative, i fratelli attivi e i contemplativi, infine i volontari laici.
L'ottava parte racconta la consegna a Madre Teresa del Premio Nobel per la Pace, la nona descrive gli ultimi anni della sua vita terrena, le ultime due la morte, la santità e la sua
beatificazione in Piazza San Pietro.
Don Pompilio ha voluto sottolineare che Madre Teresa, in una società in cui non prevale l'amore, ha saputo dare un valore vero alla vita.
Cimitile ha messo in risalto la apparente fragilità della donna alla sua gigantesca statura morale, un vero pilastro che ha saputo fare notizia semplicemente mettendo in pratica i valori positivi in un società nella quale le notizie sono date solo da valori negativi.
Gli orari di apertura della Mostra sono i seguenti: feriali: 9-13 e 16.30 – 19.30; festivi 10 – 13, 16.30 – 20.30.
Per le prenotazioni e i Gruppi si consiglia di telefonare allo 349.1398575 oppure al 340.1052352, nonché si può consultare il sito www.associzionelaconciglia.it.

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube