Gio03302017

Last update10:14:03 AM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario Ideas all'Agrifestival il 23 luglio all'agriturismo Caretti

Ideas all'Agrifestival il 23 luglio all'agriturismo Caretti

Comunicato Stampa n. 4555 del 14 luglio 2014

Nell’ambito di Agrifestival Fortore Tammaro, organizzato dalla Provincia di Benevento, mercoledì 23 luglio, alle ore 21.00, presso l’Agriturismo Caretti di San Giorgio La Molara, la cooperativa Ideas presenta “L’uomo di pasta”.
Lo spettacolo teatrale itinerante si pone come obiettivo quello di far conoscere l’identità di un popolo attraverso uno dei pilastri della Dieta Mediterranea: la pasta quale elemento di caratterizzazione etnica e quindi di significante etnico. In particolare si fa riferimento al ruolo che la pasta ha ricoperto nella costruzione dell’etnicità meridionale e su come tale elemento sia stato poi trasposto nello stereotipo della italianità, contribuendo a fornire e diffondere a livello mondiale un forte legame identitario tra detta cultura e questo alimento. Lo spettacolo teatrale itinerante, nato a seguito di un approfondito lavoro di ricerca, si articola in una serie di esperienze che si intrecciano tra loro finendo per sfociare l’una nell’altra così da comporre una scena unica finale. Il tutto per sottolineare l’identificazione totale che l’uomo attua con il cibo che mangia, un’identificazione a volte così radicata da spingerci a parlare persino di umanizzazione della pasta.
L’appuntamento si svolge all’interno dell’Agriturismo Caretti la cui storia nasce quando nella metà dell’800 un ceppo di contadini  decide di trasferirsi in c.da Santa Varva a San Giorgio la Molara sull’appennino centro-meridionale. L’azienda di media estensione, circa 50 ettari quasi tutti ricadenti in agro di San Giorgio La Molara,  svolge l’attività di allevamento bovino, con produzione di latte e carni, vista la presenza di un ceppo di razza marchigiana, iscritta al consorzio di tutela I.G.P. Nell’anno 2004 viene inserita l’attività di agriturismo. La struttura è un vecchio casolare autentico in pietra calcarea, perfettamente ristrutturato ma che conserva le caratteristiche dell'epoca, con livelli sfalzati, vista l'ubicazione su un costone  roccioso. È diviso in zona ristorazione e notte. E’ sito ai piedi di una collina appartenente all’appennino centro-meridionale, dove è possibile partecipare alla vita aziendale visitando l’allevamento oggetto della ristorazione vista la vicinanza (4 Km.) dal lago Mignatta sito a 900 m.s.l. in prossimità del quale è possibile anche effettuare piacevoli escursioni in mountain-bike. In questo luogo è stato girato parte del film " Sangue di Zingara " (1956) del regista Maria Basaglia.
Le strutture adibite all’attività turistica ricettiva sono due, edificate una nel 1890 e una nel 1950, interamente in pietra viva locale, composte da sei camere da letto con servizio in camera: ospitano complessivamente 16 posti letto. A disposizione anche 2 sale ristorazione con 40 posti.
In occasione dell'Agrifestival Fortore Tammaro l'agriturismo offrirà (è gradita la prenotazione ai seguenti recapiti telefonici: 339.5701153 - Salvatore e 328.2792905 - Luigi) il seguente menù completo al costo contenuto di € 20,00: antipasto della casa, pappardelle con fiori di zucca, cavatelli con ragù di braciola, braciola, fantasia di contorni, frutta di stagione e dolce.

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube