Dom12172017

Last update04:30:42 PM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario Nell'ex Palazzo Casiello il book shop del Museo del Sannio di Benevento

Nell'ex Palazzo Casiello il book shop del Museo del Sannio di Benevento

Comunicato Stampa n. 4566 del 28 luglio 2014

La Provincia di Benevento ha consegnato alla cittadinanza stamani le sale del bookshop del Museo del Sannio sul fronte strada in piazza Matteotti nell'ambito dell'ex Palazzo Casiello accanto alla Chiesa di Santa Sofia di Benevento.
La cerimonia è avvenuta alla presenza del Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, del Commissario straordinario della Provincia Aniello Cimitile, del vice sindaco e assessore alla cultura del Comune capoluogo Raffaele Del Vecchio, accompagnato dal segretario Generale del Claudio Uccelletti, della consulente scientifica del Museo del Sannio Maria Luisa Nava, del Segretario Generale della Provincia Franco Nardone, con il Direttore Generale Raffaele Bianco, la dirigente del Settore Cultura Pierina Martinelli, la Dirigente del Settore Relazioni Istituzionali Irma Di Donato, il Comandante della Polizia Provinciale Gabriella Mongillo.
Le Sale del bookshop, oltre ai servizi aggiuntivi che offrono al visitatore per l'acquisto di pubblicazioni e memorabilia sull'intero percorso culturale dei beni amministrati dalla Provincia, costituiscono anche un ulteriore ampliamento di circa 200 metri quadrati per l'esposizione del Museo del Sannio, completando un percorso che, dal tradizionale ingresso dal Chiostro di Santa Sofia, termina nella adiacente ex Proprietà Casiello.
L'intervento di ristrutturazione presentato oggi è costato Euro 450mila circa. I lavori, che hanno richiesto circa 20 mesi, sono stati curati dalle Ditte Serapide e Energia e Sviluppo, sotto la direzione lavori dell'ing. Gian Piero Marrone, mentre il Responsabile Unico del progetto è stato l'ing. Valentino Melillo, Dirigente del Settore Patrimonio dell'Ente Provincia, con l'assistenza dell'ing. Michelantonio Panarese dello stesso Settore.
Oggi è stata dunque presentato l'apertura delle sale del Palazzo Abbaziale che si affacciano su Piazza Santa Sofia: in tali Sale è stata allestita la Sezione Scultura – Sarcofagi e Ritratti dell'adiacente Istituto culturale della Provincia.
La creazione del bookshop, che offrirà, a partire dal prossimo mese di settembre, una selezione tematica di pubblicazioni, oggetti d’arte e gadgets, arricchirà il piacere legato, in particolare, alla visita della rete museale provinciale, permettendo di conservare in un regalo originale il ricordo delle emozioni vissute. Inoltre nei circa 200 nuovi metri quadri a disposizione il visitatore potrà godere della contemplazione e studio di altro prezioso materiale del patrimonio del Museo del Sannio che fino ad oggi si trovava un po' sacrificato in spazi angusti.
I lavori in quelli che, fino ad alcuni anni addietro, erano un esercizio commerciale ed un ristorante, sono consistiti principalmente nel riattamento e nella ristrutturazione dei locali collocati sul fronte strada di Palazzo Casiello, nel Giardino dello stesso, nonché nel collegamento mediante ascensore tra il fronte strada e il piano superiore dell'edificio.
Presentando le nuove Sale espositive e il bookshop il Commissario straordinario Cimitile ha sottolineato le iniziative finalizzate al potenziamento dell'offerta culturale e turistica in città in particolare per quanto concerne il Museo del Sannio, oggi Museo regionale, e gli altri Istituti culturali amministrati dalla Provincia. Il turismo, ha detto Cimitile, costituisce una voce importante del Pil provinciale e per tale ragione, ha detto contestando quanti hanno criticato alcune sue scelte, deve essere sostenuto ed incoraggiato al fine di sostenere l'intera economia locale. Il Commissario ha annunciato che, sebbene il tempo del suo mandato stia per scadere, egli intende promuovere, dopo gli interventi per la nuova Sala dei Longobardi, le Sale dedicate al Tempio della dea Iside nel Museo Arcos di via Borgia, etc. ulteriori interventi: in particolare egli intende portare a compimento il Laboratorio presso il Museo del Sannio nonché l'acquisizione dell'ultima parte del Palazzo Casiello ancora di proprietà privata al fine di consentire all'Istituto culturale di avere tutti gli spazi necessari per esporre il proprio immenso patrimonio.
Il Vice Sindaco Del Vecchio si è detto soddisfatto dalle iniziative della Provincia per valorizzare il sito Unesco di Santa Sofia ed ha ricordato quanto l'Amministrazione comunale sta facendo, anche con la collaborazione dei privati, per una migliore dotazione di servizi per il turismo.
Il Sottosegretario di Stato Del Basso De Caro, nel ricordare che in tempi di gravi incertezze istituzionali e finanziarie, la Provincia sta investendo molto in cultura, ha evidenziato l'importanza del ruolo della Fondazione che la Provincia stessa intende istituire per tutelare dalla speculazione privata e per valorizzare l'immenso patrimonio monumentale, storico, artistico e culturale in suo possesso, al fine di dare respiro e vitalità all'enorme potenziale presente sul territorio.
La consulente scientifica del Museo Nava ha quindi illustrato il nuovo percorso culturale che si è aperto con i Sarcofagi e Ritratti nel Museo del Sannio.

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube