Mer04262017

Last update04:43:39 PM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario MISURE CONTRO IL RIPOPOLAMENTO DEI CINGHIALI

MISURE CONTRO IL RIPOPOLAMENTO DEI CINGHIALI

Comunicato Stampa n. 365 del 14 agosto 2015
 
In merito alle sollecitazioni pervenute dal Prefetto e da altre parti circa il constatato, notevole incremento della popolazione di cinghiali nelle nostre campagne, il Presidente della Provincia di Benevento Claudio Ricci si è dichiarato pronto ad autorizzare l’anticipo della stagione di caccia per il solo cinghiale qualora si dovessero registrare le condizioni per qualificare di emergenza l’attuale situazione.
Allo stato, tuttavia, precisa il Presidente, non sembrano esservi le ragioni per tale decisione.
In realtà, ha affermato ancora Ricci a cura del Servizio Forestazione Caccia e Pesca della Provincia, sono state già assunte e da tempo una serie di misure di natura preventiva per arginare l’espansione di quella specie.
Innanzitutto, si è deciso di ampliare le Aree di Vocazione alla Caccia del Cinghiale (A.V.C.C.), quando del fenomeno dell’incontrollato ripopolamento si è cominciato ad avere una percezione netta. Quindi, in collaborazione con l’ATC (Ambito Territoriale di Caccia) di Benevento è stato predisposto un monitoraggio ed un censimento della specie: tale attività, che peraltro è già in corso, è propedeutica ad interventi sul campo. Infatti, acquisendo dati certi e nel rispetto di un protocollo scientifico circa la consistenza e la densità della specie, è possibile, secondo legge, richiedere l’autorizzazione all’ISPRA e alla Regione Campania per battute di caccia selettive. Il responsabile del Servizio Forestazione, Caccia e Pesca della Provincia dott. Antonio Castellucci stima che già a dicembre tale censimento sarà completato. Inoltre, tra le misure assunte, si è provveduto a ribadire tra i cacciatori il divieto assoluto di introdurre (ripopolare) cinghiali sull’intero territorio provinciale a causa della considerevole prolificità della specie. Ed ancora e, contestualmente, è stata avviata verso gli stessi cacciatori che praticano la caccia al cinghiale un’opera di sensibilizzazione sulla disciplina contenuta nell’apposito Regolamento provinciale, che tra l’altro prevede di migliorare la gestione faunistica della specie a mezzo di battute di caccia proprio nelle zone ove se ne registra la maggiore consistenza e laddove si verifichino i danni più rilevanti alle produzioni agricole.
In ogni caso il Presidente Ricci assicura che la questione della presenza dei cinghiali è tenuta costantemente sotto controllo e ribadisce la disponibilità a cooperare con gli enti e le Organizzazioni competenti (Corpo Forestale dello Stato, Comuni, A.T.C., Associazioni venatorie, agricole ed ambientaliste) per attuare un piano di gestione e controllo al fine di contrastarne l’eccessivo e dannoso incremento.

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube