Sab11182017

Last update03:55:24 PM

Back Sei qui: Home NEWS Notiziario RIUNITO IL CONSIGLIO PROVINCIALE PER LA SESSIONE DI BILANCIO

RIUNITO IL CONSIGLIO PROVINCIALE PER LA SESSIONE DI BILANCIO

Comunicato Stampa n. 979 del 9 dicembre 2016
Il Consiglio Provinciale di Benevento, riunito in Sala Consiliare della Rocca dei Rettori oggi 9 dicembre, ha innanzitutto preso atto delle dichiarazioni del Presidente della Provincia Claudio Ricci in merito al responso del voto del 4 dicembre sulla riforma del Titolo V della Costituzione.
Il prevalere del “no”, ha detto Ricci, rende di fatto ancora più complicata l’amministrazione delle Province in quanto la legge che le regola, la n. 56 del 2014, dispone che la stessa norma abbia valore “in attesa delle riforma del Titolo V della Costituzione”, cosa che per l’appunto il 4 dicembre non è avvenuta. Dunque al momento si naviga a vista, ha proseguito Ricci. L’Unione delle Province d’Italia farà dei passi con il Governo per chiarire la situazione di pesante incertezza che si è creata. Per quanto ci riguarda, ha detto Ricci “continuiamo a fare il nostro dovere fino in fondo e a fare le cose che al meglio delle nostre possibilità. Poi affronteremo in seguito le situazioni come si presenteranno. Siamo qui oggi per approvare il Bilancio. Mi è capitato di leggere anche in queste ore cose davvero senza senso. Quando si scrive su qualche Organo di Stampa che noi ci riuniamo solo per approvare il bilancio, senza chiarire al Lettore e ai cittadini come stanno le cose e ci si fa passare per fannulloni, beh, io mi ribello. Tutti sappiamo che non è così.  Sebbene il Governo ci abbia trattato come Ente che ormai non esisteva più, è per noi un titolo di merito se approviamo il Bilancio a fine anno visto che almeno la metà delle Province non riesce ad farlo o addirittura molte sono in dissesto. Abbiamo perso enormi risorse finanziarie perché le abbiamo dovute restituire allo Stato per ripianare il suo deficit”.
Dopo l’approvazione dei Verbali delle sedute precedenti, il Consiglio, con 7 favorevoli e 2 astenuti , ha approvato il “Programma lavori pubblici  del 2016”;  e con lo stessa votazione “Il documento unico di programmazione (DUP)”; e lo “Schema di Bilancio di previsione esercizio finanziario”.
I documenti sono stati illustrati dal Consigliere Giuseppe Ruggiero: “Riusciamo anche quest’anno a chiudere il Bilancio nonostante le grandi difficoltà. Questo Ente in due anni a dir poco drammatici ha perso quasi 100 dipendenti ed ha subìto un prelievo di svariati milioni di Euro per ripianare il deficit statale. A fronte di questa trattenuta dello Stato abbiamo ricevuto solo 7 milioni. Abbiamo raschiato il barile, per cui non c’è più nessuna risorsa finanziaria degli anni precedenti che possiamo in futuro realizzare. La Provincia di Benevento consegna a chi verrà dopo di noi una situazione di pareggio di bilancio”.
 
Il Consigliere Domenico Matera ha dichiarato: “Abbiamo ascoltato purtroppo ancora voci consistenti per quanto riguarda i fitti che paghiamo per alcune nostre strutture o Società. Io preannuncio la mia astensione, perché voglio chiudere in questo modo la mia esperienza al Consiglio provinciale. È un intervento di ringraziamento ai dipendenti e funzionari, al Segretario e a questo Consiglio che mi ha dato una grande occasione di crescita in termini umani e professionali. Al presidente Ricci: non lo conoscevo prima di questa esperienza, non lo condivido per le scelte politiche che assume, ma posso dire di aver conosciuto una persona leale, franca e disponibile in particolare quando non veste la casacca di partito”.
Il Presidente Ricci: “Ringrazio Matera per il lavoro che ha fatto: è stato un ottimo consigliere, preparato e competente, per cui le sue argomentazioni risultavano sempre intelligenti. Dico al consigliere Matera di “ripensare” al suo abbandono, perché il Consiglio di persone come te ne ha davvero bisogno. Se c’è stata una cosa positiva, al di là delle divisioni, non c’è mai stata faziosità da parte della opposizione ed in particolare del consigliere Matera”.
Il Consiglio ha quindi approvato la “Presa d'atto trasferimento in proprietà “ope legis” a favore della Provincia di Benevento delle aree di sedime dell'impianto di selezione e trattamento dei rifiuti (ex Cdr) di Casalduni”. Il provvedimento è stato illustrato dal responsabile del Servizio Ambiente Ing. Gennaro Fusco. “Si tratta, ha detto, di una presa d’atto di un provvedimento curato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e prende le mosse dalla norma che assegnava alle Province gli impianti ex Protezione Civile. Tali impianti ora ritornano alle Province”.  Il provvedimento è passato con sette voti favorevoli ed 1 astenuto.
Si è quindi passati a discutere del Bilancio di esercizio 2015 dell’ASEA, Società partecipata. A tale proposito nella sua relazione il Presidente Ricci ha dichiarato: “Questa è l’ennesima contraddizione legislativa. Il bilancio della società Asea è ovviamente pluriennale, mentre noi approviamo il nostro bilancio come Provincia ogni anno: approviamo quindi solo il Bilancio dell’anno in corso 2016, mentre per la parte del 2017 sarà il prossimo Consiglio ad approvarlo. Una mostruosità giuridica”.
Il Consigliere Ruggiero ha dichiarato: “L’Asea ha un bilancio di circa 1 milione all’anno il che significa un risparmio di circa 30mila euro rispetto all’anno precedente. Un perfetto equilibrio. Dall’anno prossimo l’Asea andrà presso una sede di nostra proprietà per cui ci sarà un risparmio ulteriore”.
La votazione ha dato: 7 favorevoli, 2 astenuti. Lo stesso risultato ha dato l’approvazione del bilancio preventivo annuale 2016 della stessa Asea.
E’ stata quindi approvata con 7 voti favorevoli, 2 astenuti l’acquisizione al demanio stradale provinciale di area adibita a viabilità di pubblico transito della Strada provinciale n. 18 "Benevento - Sant'Angelo a C. - bivio Monterocchetta - San Nicola M. - San Martino S. - San Giorgio del S."  nel Comune di San Martino Sannita.
Infine è stata approvata la delibera concernente il Piano di dimensionamento Scolastico con 8 voti favorevoli, 1 astenuto. Il Presidente Ricci ha dichiarato: “Noi abbiamo licenziato una delibera dove, ascoltato tutti i Soggetti indicati dalla legge regionale, abbiamo deciso all’unanimità di dire alla Regione Campania che non ce la sentiamo di mettere mano all’autonomia di Istituti in cui mancano poche unità di studenti. Chiediamo alla Regione e allo Stato di modificare questi parametri ingiusti per il numero di studenti iscritti per una provincia come la nostra: 600 alunni nelle aree del Fortore o del Tammaro non è possibile e non è giusto. “.
Rinviata ad altra seduta la discussione sulla interrogazione del Consigliere Luigi De Minico circa la ``Decadenza del presidente dell'Asea e soppressione del Settore Avvocatura della Provincia
”. 

Galleria immagini

 
Sample image  
Sample image

Galleria video

 
alternative test 1
tttt

 

logo youtube